Pubblicazioni /Litigi e contenziosi


Ingrandire


Ridurre


Stampare

Che cos’è la perizia giudiziaria ?

La Consulenza Tecnica d’Ufficio CTU oppure in francese la perizia giudiziaria (expertise judiciaire) è una misura d’investigazione decisa dal giudice e che riguarda una questione tecnica sulla quale il giudice non dispone di elementi sufficienti per decidere.

La materia della CTU viene gestita in Francia in diritto privato (civile) dal Codice di procedura civile

Può essere anche il mezzo giudiziario di procedere ad un’accertamento tecnico delle prove e evitare la loro eventuale distruzione.

Quando si presenta la necessità di una perizia giudiziaria ?

La CTU in Francia viene decisa quando l’acquirente nella vendita di un bene mobile oppure il beneficiario della prestazione di servizio contesta per esempio la qualità del bene venduto oppure della prestazione.

In tale caso la perizia giudiziaria è anche spesso vista come la possibilità di risolvere un problema tecnico su cui le parti hanno un’interpretazione diversa.

Le problematiche tecniche (oppure contabili) possono essere molto diversificati e dipendono del settore merceologico del venditore oppure del prestatore di servizi : industria metalmeccanica, tessile, abbigliamento, ceramica, calzatura, edile, ecc…

Quando richiedere consulenza tecnica d’ufficio ?

La richiesta si può fare sia all’inizio del processo (art. 145 del codice di procedura civile) per fare in modo di affrontare subito le contestazioni della controparte tramite un azione legale di référé (provvedimento provvisorio) oppure durante o alla fine dell’istanza principale.

In questo ultimo caso la misura viene anche decisa dal tribunale stesso, senza che le parti l’abbiamo richiesta. In questo caso il tribunale pronuncia la sospensione della sua decisione sul merito della domanda dell’attore. Questa sospensione dell’istanza legale dura fino al deposito della relazione finale del perito.

Sia per il venditore che per il compratore prendere l’iniziativa di richiedere una perizia permette spesso di risparmiare molto tempo e qualche volta di evitare un’azione legale lunga e di fatto costosa.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi della perizia giudiziaria?

I vantaggi sono innegabili, consentono di tutelare gli interessi del richiedente nel modo più efficace possibile.

I vantaggi sono principalmente i seguenti :

  • – la sua applicabilità e la sua portata contraddittoria nei confronti della controparte
  • – il suo effetto di interruzione del termine di prescrizione delle azioni di responsabilità e/o di garanzia per vizi occulti

Gli svantaggi della perizia giudiziaria sono:

  • – i costi e la durata
  • – la sua alta tecnicità, anche giuridica

Decisione di nomina del perito

Nella sua decisione (ordinanza di référé oppure sentenza) il giudice :

  • nomina il perito che viene scelto dal giuda – liberamente – sull’albo dei periti della Corte di appello locale oppure sull’albo dei periti della Corte di cassazione, oppure un perito che non sia iscritto sull’albo dei periti
  • fissa l’importo da sequestrare presso la cancelleria del Tribunale
  • determina la missione del perito la quale l’impegna
  • fissa il termine entro il quale il perito deve depositare la sua relazione finale (rapport).

La missione del perito viene suggerito dall’avvocato della parte richiedendo la perizia.

La missione del perito è una cosa importante che necessità una stretta collaborazione tra la parte richiedendo la perizia ed il suo legale.

Una missione incompleta oppure orientata male dal punto di visto tecnico potrebbe costringere il richiedendo ad interpellare il magistrato incaricato del controllo della perizia per orientare diversamente il perito e quindi aggravare il costo della pratica e della perizia.

Inoltre conviene precisare che spesso il tribunale segue le conclusioni tecniche del perito, quindi diventa necessaria definire bene nella richiesta al giudice di nomina del perito la missione e le diverse altri prove, test, analisi ecc.

Chi deve pagare la perizia ?

Sia con la procedura di référé (provvedimento cautelativo) che con una sentenza, il giudice decide chi deve sequestrare il costo stimato del perito.

Tale sequestro deve essere fatto nel termine indicato nella decisione.

In mancanza di sequestro nel termine fissato, la decisione cade automaticamente, salvo motivi legittimi.

Il costo della perizia giudiziaria dipende della pratica e potrebbe essere in certi casi (industria, edile) costosa.

Nel caso di perizia complessa, il perito può richiedere al magistrato incaricato del controllo della perizia un sequestro complementare.

Una volta finita la perizia il perito deposita un conteggio totale del tempo dedicato alla sua missione e delle sue spese vive (viaggio, treno, hotel ecc.), a carico per la parte richiedente la perizia di contestarla (con una procedura specifica).

Nel caso si non contestazione di questo conteggio totale del perito le somme sequestrate vengono versate al perito.

Una eventuale differenza può rimanere a carico della parte richiedendo che la deve pagare.

La presenza di un avvocato è necessaria durante le riunioni con il perito ?

L’assistenza di un avvocato è necessaria in quanto solo un legale può seguire il formalismo giuridico : contestazione sull’ambito della missione del perito, sulla gestione della perizia e sulle corrispondenza e domande .

La presenza di un perito tecnico di parte, perito di parte, può essere anche necessaria quando la questione sembra complessa e molto tecnica.

Senza la presenza del suo legale e del suo perito tecnico di parte, una parte può rapidamente diventare disorientata.

Quando tempo dura la perizia ?

La durata di una perizia dipende della pratica : numeri di parti al processo, necessità di parecchie riunioni, di analisi e test, prove ecc.

Come si svolge la perizia ?

Non appena resa la decisione che nomina il perito, la parte richiedendo deve sequestrare presso la cancelleria del tribunale la somma decisa dal giudice e questo nel termine previsto.

Il perito viene subito informato che è stato scelto dal giudice.

Il perito ha la possibilità di rifiutare la nomina. In tale caso viene nominato un altro perito.

Il perito nominato non deve procedere come in Italia al giuramento.

Non appena nominato il perito convoca le parti e il loro legali per una prima riunione invitandogli a trasmettere il loro dossier.

Solitamente il perito deve :

  • rendere conoscenza di tutti i documenti rilevanti
  • recarsi sul posto dopo aver convocato le parti
  • dopo ogni riunione redigere d distribuire alle parti e il loro legali una sintesi della riunione, sintesi denominata NOTE AUX PARTIES
  • informare il magistrato incaricato del controllo della perizia dell’avanzamento della sua missione e delle eventuali difficoltà
  • prendere atto dei presunti disordini oggetti della decisione del giudice
  • identificarne le cause e l’origine e eventualmente chiedere à un sub-perito di intervenire alla condizione che non sia della sua specialità
  • descriverne gli effetti
  • richiedere alle parti coinvolti le loro osservazioni sotto forma di relazioni trasmesse dal loro legale, relazione denominata DIRE
  • rispondere alle osservazioni delle parti trasmessi con DIRE art. 276 del Codice di procedura civile
  • dare al giudice tutti gli elementi per permettere di definire le responsabilità
  • quantificare la messa eventuale in conformità (lavoro da svolgere per rimediare ai difetti) e i danni immateriali, come il danno economico e morale,
  • redigere una pre-report al quale le parti avranno la possibilità di comunicare le loro ultime osservazioni con un ultimo DIRE
  • rispondere a questi ultimi DIRE in una relazione finale denominata RAPPORT D’EXPERTISE da depositare in cancelleria del tribunale e indirizzata a tutte le partie.

Precisiamo che le parti possono richiedere al magistrato incaricato del controllo della perizia una analisi oppure un test. Ma anche contestare le manche diligenze del perito.

Inoltre c’è da notare che in materia civile difficilmente appare possibile ottenere una nuova perizia.

Il perito è legata dalla missione stabilità dal giudice, salvo accordo di tutte le parti coinvolti.

Dopo il deposito della relazione finale (rapport d’expertise) non sarà più possibile intervenire presso il perito.

Tuttavia sarà sempre possibile per le parti tramite il loro legale di criticare le conclusioni del perito.

CONCLUSIONI

Per riassumere il ruolo del perito è dunque quello di fornire al tribunale, che potrebbe essere già adito oppure che sarà successivamente adito di un’azione cosiddetta di “merito”, tutti gli elementi di fatto e tecnici necessari per giudicare.

Conviene precisare l’importanza di questa perizia in quanto spesso dal punto di visto tecnico il giudice si fida della conclusioni del perito e le omologa.

Decidere di richiedere una perizia può essere il modo giusto di prevenire un litigio e un’azione legale lunga e costosa.

Decidere di chiedere ad un legale di seguire passo dopo passo lo svolgimento della perizia, con eventualmente l’assistenza di un perito di parte, è il modo giusto per evitare una sentenza sfavorevole.

Paul BONSIRVEN Avocat : paul.bonsirven@wanadoo.fr

Iscritto all’ordine degli avvocati di Lione, di Parigi e di Milano. Specializzazioni in Diritto internazionale e dell’Unione europea ed in Diritto societario. Considerato come un attore di riferimento nelle problematiche giuridiche tra la Francia e l’Italia. Parla fluentemente l’italiano.

Nous repondons a tous vos besoins sur mesure

Un interlocuteur unique vous assiste et vous conseille dans toutes les demarches liees au fonctionnement de votre entreprise : creation de societes, demarches administratives et fiscales, redaction d actes et de contrats, representation devant les juridictions civiles, commerciales et prud homales, mediation, recouvrement, execution d une decision, clotures de societes, abonnements.

Vous n etes pas un simple numero client. Nous vous proposons une etude personnalisee pour mieux comprendre vos besoins et y repondre au mieux.
+33 478 602 703 Ecrivez-nous